Il perseguimento della pace nel Medio Oriente e la grave situazione in Siria sono stati due dei temi al centro dell’incontro tra Papa Francesco e il presidente della Federazione Russa Vladimir Putin, ricevuto ieri pomeriggio in udienza nella Sala della Biblioteca dell’appartamento papale.

Durante l’incontro, durato circa 35 minuti, i due si sono soffermati in particolar modo sull’attuale situazione della Siria: come riporta la Sala Stampa Vaticana, “è stata sottolineata l’urgenza di far cessare le violenze e di recare l’assistenza umanitaria necessaria alla popolazione, come pure di favorire iniziative concrete per una soluzione pacifica del conflitto, che privilegi la via negoziale e coinvolga le varie componenti etniche e religiose, riconoscendone l’imprescindibile ruolo nella società”.

Il presidente Putin ha ringraziato il Santo Padre per la lettera indirizzatagli in occasione del G20 di Pietroburgo, in cui il Papa esortava i grandi del mondo a fermare “l’inutile massacro” in Siria.

Durante l’incontro, “si è espresso compiacimento per i buoni rapporti bilaterali e ci si è soffermati su alcune questioni di interesse comune, in modo particolare sulla vita della comunità cattolica in Russia, rilevando il contributo fondamentale del cristianesimo nella società”. In tale contesto, prosegue la nota della Sala Stampa Vaticana, “si …continua a leggere

Articolo tratto da: Terra Santa Blog – TSDTV.it